Villa Foscarini dei Carmini

Le ipotesi sull’uso originario della villa e sulle sue trasformazioni sono varie e incerte. Il Tiozzo scrive che sul luogo dove sorge l’edificio esisteva in precedenza un convento di proprietà del monastero di Sant’Ilario, di cui restano tracce sulla facciata dell’attuale struttura. Il Baldan affermò invece che la villa, pur appartenendo al monastero di Sant’Ilario, non fu mai realmente un convento. Lo studioso Guiotto ripropone la tesi che la villa attuale è il risultato di una ristrutturazione cinquecentesca facendo alcuni cenni ad una precedente struttura conventuale. Una mappa del 1729 però colloca sul luogo tre fabbricati anonimi.
foto villa foscari carminati
All’interno vi sono alcune tele dipinte dal Tintoretto per una delle sale.
Sulle scale vi è una lapide con alcuni versi di Orazio fatti incidere da Antonio Foscarini :
HIC SAEPE LICEBIT / NUNC VETERIS LIBRIS / NUNC SOMMO ET INERTIBUS HORIS DUGERE SOLLICITATE / FECUNDA OBLIVA VITAE.

Questo luogo è ricordato anche per alcuni fatti curiosi dallo sfondo sentimentale, fra cui quello che accadde ad Antonio Foscarini nel 1622 che, dopo essere stato incolpato ingiustamente di aver avuto una relazione clandestina con la contessa inglese Anna D’Arundel confessando nell’occasione alla donna dei segreti della repubblica, fu trovato strangolato in carcere. Nella villa visse per qualche tempo anche Lord Byron e sembra che all’interno di questo luogo il poeta abbia composto un canto dell’Aroldo. Il poeta ospitò in un primo tempo la sua musa ispiratrice Marianna Segati e successivamente si innamorò di Margerita Cogni, moglie di un fornaio, che fece diventare sua domestica nella sua dimora veneziana. Ospite nella villa fu anche la contessa Guiccioli, ma dopo la sua partenza il Byron lasciò definitivamente la dimora. In ricordo del suo soggiorno fu realizzata una lapide infissa sulla facciata principale.
Inoltre, nella parte alta della facciata è incastonata una bella meridiana. La villa oggi è stata suddivisa in più unità ed adibita ad usi diversi: il piano terra è utilizzato per alcune attività commerciali, mentre nel primo piano ci sono delle abitazioni private.

Visitabile

Proprietà privata.
Non aperta al pubblico.

Indirizzo

Via Nazionale
Mira Taglio

Come arrivare

La villa è collocata nel centro di Mira, sulla riva sinistra, lungo la strada Nazionale, in prossimità dell’incrocio principale che congiunge alla riva destra del Naviglio.

X