Chiesa di Santa Maria Assunta

foto chiesa maria assuntaL’attuale chiesa fu edificata nel XVII secolo e dedicata alla B.V. Assunta.
Questo luogo conserva ancora molti simboli spirituali legati alla fede dei Carmelitani, i primi padri fondatori. L'esterno dell'edificio presenta una facciata romanica con un rosone centrale sul timpano e in basso due finestre laterali, si distingue per la semplicità degli elementi architettonici. L'interno è costituito da un unica navata e da un grande presbiterio. Vi è un altare maggiore e sei altari laterali. Il tempio ha subito vari rimaneggiamenti nel corso dei secoli ma conserva ancora le sue caratteristiche originarie.
Il prezioso pulpito settecentesco proviene dal Duomo di Mestre.
Nel 1884 venne realizzato dal pittore Giacomo Vivian la prima rappresentazione pittorica della Santa titolare a copia del quadro del Tiziano. Oggi il dipinto è stato sostituito da una pala del ‘600. Vi sono inoltre, alcune opere pittoriche che, ornano le pareti laterali, considerate di notevole interesse artistico, attribuite da C.B. Tiozzo al pittore Girolamo Brusaferro (1677-1745).
A destra del seicentesco altare maggiore troviamo una tela della bottega di Palma il Giovane.
Grandiosa è la tela del soffitto (metri 11.20 X 4.65), rappresentante la Vergine Maria che consegna lo scapolare a San Simone Stock. L’opera fu eseguita dal pittore Gaspare Diziani (1689-1767) nei primi anni del ‘700.
La canonica cinquecentesca è impreziosita da fregi e tempere dello Zompini.
Il luogo più interessante della chiesa è senza dubbio la cripta, accessibile dalle scalinate laterali dell’altare maggiore. Qui vi è conservata la statua della Beata Vergine ritrovata in un pozzo, che, secondo la leggenda, apparve ad una contadina sordomuta guarendola.
Il pozzo da cui è stata recuperata la statua è ancora esistente  e si trova nella piazza del paese, protetto da un piccolo capitello, la tradizione racconta che l’acqua raccolta aveva delle capacità taumaturgiche.